Barcone in arrivo dalla Libia si ribalta con 47 migranti a bordo. Alarm phone accusa l’Italia che avrebbe ritardato i soccorsi

Barcone in arrivo dalla Libia si ribalta con 47 migranti a bordo. Alarm phone accusa l'Italia che avrebbe ritardato i soccorsi

Il barcone a largo della Libia con a bordo 47 migranti si è ribaltato. A segnalare quella che rischia di essere una nuova tragedia per l’Italia è Alarm phone. Nel tweet in cui il centralino dei migranti annuncia il ribaltamento si legge anche che “le autorità italiane hanno ritardato consapevolmente i soccorsi e hanno lasciati morire” i migranti. Accuse che fanno seguito a quelle di Mediterranea che ieri aveva detto che “le autorità Italiane da ieri avevano dato istruzioni alle navi mercantili presenti in zona, assumendo coordinamento #Sar. Ma i mercantili si sono limitati a osservare per 24 ore”.

I soccorsi ai superstiti del barcone

I sopravvissuti, che erano a bordo del gommone che si sarebbe poi rovesciato, come sostiene Alarm phone sono “stati soccorsi da una nave mercantile”. “Dopo il naufragio con molti morti, temiamo che i sopravvissuti, che hanno visto i loro amici morire prima di essere soccorsi da una nave mercantile, saranno costretti ad andare in Libya o Tunisia dove li attendono condizioni disumane. Chiediamo che tutti i sopravvissuti siano portati in un posto sicuro in Europa”, si legge sul profilo twitter di Alarm Phone.