Bari, camici bianchi nel mirino. Ragazzo muore dopo otto interventi, indagati ben 54 medici

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 54 i medici su cui indaga la procura di Bari per la morte di un ragazzo di 24 anni. La morte è sopraggiunta dopo oltre due mesi di ricovero, otto interventi chirurgici e cinque reparti girati all’interno del Policlinico di Bari. Si indaga ora per omicidio colposo in attesa dell’autopsia. Il padre del ragazzo, nella denuncia presentata, sostiene che il ragazzo sarebbe stato dimesso due volte dal pronto soccorso dell’ospedale di Altamura con una diagnosi che parlava di sospetta colica renale e come terapia gli sono stati ‘prescritti di antidolorifici. Dopo qualche giorno, il 20 luglio, il ragazzo è stato costretto a tornare al pronto soccorso dove è stato ricoverato con l’asportazione di una cisti. Il giorno seguente al ragazzo, in rianimazione, è stata asportata parte dell’intestino e poi, con l’ennesimo intervento, gli è stata asportata la milza in necrosi. Si è arrivati così fino al 10 agosto quando il paziente è stato trasferito al Policlinico di Bari e sottoposto ad altri cinque interventi. Fino alla morte del 14 settembre. Dei 54 medici indagati sono 30 quelli di Altamura e 24 del Policlinico.