Berlusconi difende il compagno di lettone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Trovo antistorica e controproducente la decisione dei leader riuniti a all’Aja di escludere la Federazione Russa dal G8”. Silvio Berlusconi difende l’amico Putin. “Trovo davvero avventate e lontane dallo spirito costruttivo tutte le decisioni prese in queste ore dalle diplomazie occidentali. Questo contraddice il lungo e ponderoso lavoro diplomatico portato avanti dall’Italia e dai Governi da me presieduti per includere a pieno titolo la Russia nel consesso delle democrazie occidentali – prosegue Berlusconi -. Sono stato io, infatti, nel ‘94 – sottolinea – a invitare per primo il Presidente Eltsin al G7 di Napoli e nel 2001 a trasformare il G7 in G8 con il Presidente Putin a Genova. E ancora nel 2002 – conclude – a volere e a concludere l’alleanza strategica tra la Nato e la Russia”.