Berlusconi pronto ad appoggiare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Legge elettorale in tempi brevi, il pacchetto di riforme costituzionali compresa l’elezione diretta del Capo dello Stato e rivedere la legge sulla par condicio. Sono queste le priorità che Silvio Berlusconi, leader del primo partito di opposizione, chiede al nuovo governo per avere un rapporto buono con il nuovo premier incarficato. Berlusconi ha ribadito che condivide l’esigenza assoluta di avere una sola Camera. «Questo Paese ha bisogno di governabilita, ha bisogno di diventare un paese governabile». Inoltre il Cav ha anche auspicato che nelle riforme ci sia la modifica della consulta e riforme di fisco e giustizia.

Poi è toccato alla delegazione del Pd
Pd, condividiamo governo svolta di Renzi
“Abbiamo svolto un colloquio assolutamente positivo con Renzi molto impegnato e determinato per provare a costruire un governo di svolta. A Renzi abbiamo espresso la condivisone del Pd rispetto a sfida che ha davanti”. Così il capogruppo Pd alla Camera Roberto Speranza al termine delle consultazioni con il premier incaricato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA