Sorpresa dal bilancio della Camera dei deputati. Con il taglio degli sprechi voluto da M5S, recuperati 35 milioni di euro

Maria Edera Spadoni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

.“E’ appena stato votato in Aula il bilancio della Camera: sono ben 35 i milioni di euro che torneranno al bilancio dello Stato. Continua il lavoro dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati e del Collegio dei Questori che mira ad una politica di lotta agli sprechi e ai privilegi. Non è la prima volta che la Camera dei Deputati apporta dei tagli e dei risparmi, ricordo che nel 2020 ha destinato 80 milioni per la ricostruzione delle aree terremotate ed in favore del personale impegnato nel contrasto del Covid” così la Vicepresidente della Camera dei Deputati Maria Edera Spadoni e deputata del MoVimento 5 Stelle a margine della votazione in Aula.

“Non posso non ricordare che, da quando il M5S è in Parlamento, i risparmi della Camera restituiti allo Stato sono stati di 500 milioni; un risultato importantissimo, ottenuto grazie alla nostra coerenza e alla nostra perseveranza. La battaglia agli sprechi della politica e ai privilegi l’abbiamo intrapresa sin dalla scorsa legislatura, dal 2013, quando ancora eravamo all’opposizione. Ora da componenti della maggioranza continuiamo a portare avanti con coerenza e rigore” incalza la Vicepresidente.

“Il nostro Paese sta affrontando i duri contraccolpi causati dall’emergenza pandemica; molti italiani stanno facendo enormi sacrifici in questo momento storico. La lotta agli sprechi e ai privilegi è un esempio di buona politica. Il nostro obiettivo è quello di far riavvicinare i cittadini al lavoro del Parlamento, cuore della democrazia. Questa battaglia non è populismo, è rispetto dei cittadini ed è un’azione concreta. Come M5S l’abbiamo dimostrato molte volte rifiutando il finanziamento pubblico e tagliandoci lo stipendio; le nostre restituzioni sono state devolute al microcredito, alla Protezione civile, alle popolazioni colpite dalle alluvioni, al contrasto alla povertà educativa e per sostenere il contrasto alla violenza contro le donne” ha dichiarato Spadoni.

“Anche quest’anno il M5S ha fatto proposte di buon senso per migliorare questa importante Istituzione, penso all’ordine del giorno della collega e Presidente della Commissione affari sociali Maria Lucia Lorefice per supportare l’accesso alle informazioni politiche da parte di persone con disabilità uditiva, o alla richiesta dei colleghi Amitrano e Daga per incentivare la mobilità green, di trasporto elettrico o in co-sharing per raggiungere Montecitorio, o alla richiesta del collega Crippa di acquistare energia elettrica 100% rinnovabile, o alle mie proposte per favorire la condizione delle mamme che lavorano alla Camera, siano esse deputate o dipendenti. Queste proposte sono state accolte dal Collegio dei Questori, e il mio ringraziamento speciale non può non andare al questore D’Uva, che in questi giorni ha dimostrato grande sensibilità per le nostre richieste e ascolto” ha continuato la Vicepresidente nel suo intervento.

“Ringrazio tutti gli uffici e i dipendenti che con grande spirito di cooperazione hanno lavorato al massimo per permettere, soprattutto in un anno, il 2020, così difficile per noi tutti, di assicurare il buon funzionamento della Camera dei Deputati” ha concluso Spadoni.