Bimbi maltrattati a Rimini. Arrestata una maestra. Ed è pure recidiva. Nel 2010 era stata già sospesa dal servizio a causa della sua aggressività

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non le erano bastati i dieci giorni di sospensione dal servizio nel 2010 a causa della sua aggressività. L’insegnante di scuola materna di Rimini è tornata a maltrattare i piccoli scolari, di meno di tre anni. La donna, 61 anni è stata sottoposta agli arresti domiciliari e nuovamente sospesa dal servizio.  Le indagini dei militari erano iniziate su segnalazione di un’altra insegnante che aveva raccontato di aver assistito in diverse occasioni a una serie di condotte aggressive e violente tenute nei confronti dei piccoli della sua sezione. Bambini sgridati, minacciati e strattonati più volte solo perché non erano in grado di tirarsi su da soli i pantaloni, oppure perché non riuscivano a raggiungere in tempo un luogo nell’aula dove l’insegnante aveva deciso di radunarli. Le scene documentate grazie alle telecamere hanno anche rivelato la condizione di timore dei bimbi. Insomma una situazione d’insostenibile disagio fisico ma soprattutto psicologico, che può, secondo il perito nominato dal Pubblico Ministero, causare danni irreparabili nelle relazioni comportamentali e sul sistema cognitivo e di apprendimento dei bimbi.