Bnl-Telethon, 25 anni preziosi. Solo la banca ha raccolto 280 milioni per la ricerca. Più di dieci arrivano dall’edizione di quest’anno

di Alessia Vincenti
Argomenti

Venticinque anni insieme e circa 280 milioni di euro raccolti a sostegno della ricerca scientifica. BNL Gruppo BNP Paribas e Telethon non potevano non festeggiare al meglio le loro nozze d’argento. Soltanto quest’anno, a conclusione della maratona televisiva andata in onda sulle reti Rai durante lo scorso weekend, la banca presieduta da Luigi Abete ha contribuito in modo significativo ad aiutare la fondazione creata nel 1990 da Susanna Agnelli in collaborazione con la Uildm, l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare, raccogliendo 10 milioni 250 mila euro. Somma donata tramite un assegno che è stato consegnato in diretta televisiva da Abete e dall’amministratore delegato di BNL e responsabile del gruppo BNP Paribas in Italia, Andrea Munari, al direttore generale della fondazione Telethon, Francesca Pasinelli.

Nozze d’argento – Ma, come detto, il rapporto che lega queste due realtà è ormai consolidato. Dal 1992, infatti, la banca ha contribuito a finanziare oltre 2.570 progetti e lo studio di più di 470 malattie genetiche rare. Un obiettivo raggiunto anche grazie alle migliaia di eventi di solidarietà organizzati dai dipendenti di BNL sul territorio nazionale. Venerdì e sabato scorso, infatti, le agenzie BNL di tutta Italia sono rimaste aperte fino alle 22 organizzando eventi di musica, arte, spettacolo e sport. Non solo. La Staffetta di Udine, l’Asta d’arte Pananti a Firenze e i diversi “Telethon a teatro”, da Roma a Bari, sono solo alcuni degli appuntamenti di BNL con la solidarietà che si sono svolti con grande successo di partecipazione e raccolta. Più in generale, sono 20 mila i collaboratori della banca e delle società del Gruppo BNP Paribas attivi tutto l’anno per Telethon, in una partnership che si conferma tra i maggiori progetti di fund raising in Europa.

Da nord a sud – Ma qual è stata, fra tutte, la città più generosa quest’anno? La “medaglia d’oro” se la aggiudica Roma, con più di 927 mila euro raccolti. Sul secondo gradino del podio si piazza invece Milano, che ha contribuito con circa 600 mila euro. Al terzo posto, invece, troviamo Napoli, che sfiora i 515 mila euro. A livello regionale, complice la forte spinta della Capitale, è il Lazio la Regione che ha raccolto più fondi: oltre un milione di euro. Subito dietro c’è la Lombardia con più di 858 mila euro e la Toscana, il cui totale supera i 472 mila euro. Oltre a tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante obiettivo, BNL ha voluto rivolgere un ringraziamento particolare alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto, le quali “hanno voluto far sentire comunque il loro messaggio di solidarietà”. Segno che, nonostante tutto, quando si tratta di aiutare il prossimo nessuno, in questo Paese, si tira mai indietro.