La curva dei contagi continua a salire. Nuovo record: 220.532 casi e 294 decessi in 24 ore. Il tasso di positività è al 16%

bollettino Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La curva dei contagi continua a salire segnando un nuovo record dall’inizio dell’epidemia. Sono, infatti, 220.532 i nuovi casi registrati in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 101.762 di ieri e a fronte di 1.375.514 tamponi processati, oltre 750mila in più rispetto a ieri. Il tasso di positività, secondo quanto riferisce il bollettino giornaliero del ministero della Salute, scende dal 16,6% di lunedì al 16% di oggi. In aumento i decessi, 294 (ieri 227), numero più alto dal 4 maggio scorso, per un totale di 139.559 vittime dall’inizio dell’epidemia.

Ancora in salita i ricoveri, con le terapie intensive che sono 71 in più (ieri +11) con 185 ingressi del giorno e arrivano a 1.677, mentre i ricoveri ordinari sono 727 in più (ieri +693), 17.067 in tutto. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 90.456 (ieri 56.560). Gli attualmente positivi, sempre secondo quanto riferisce il bollettino giornaliero, crescono di 129.542 unità (ieri +60.618) arrivando al picco di 2.134.139. Di questi, 2.115.395 si trovano in isolamento domiciliare.

La regione con il maggior numero di casi odierni (qui la mappa) è ancora la Lombardia con 45.555 contagi, seguita da Campania (+30.042), Veneto (+21.504), Emilia Romagna (+20.595) e Piemonte (+18.607).

Entro metà gennaio in arrivo alle Regioni 4 milioni di dosi di vaccino.

“Sono circa 4 milioni le dosi di vaccino che verranno distribuite alle Regioni/Province autonome nel periodo compreso tra il 12 e il 14 gennaio”. A renderlo noto è la Struttura Commissariale per l’emergenza Covid-19 guidata dal generale, Francesco Paolo Figliuolo. “In particolare – riferisce sempre il Commissario – saranno consegnati circa un milione di dosi di Moderna, 2,1 milioni di Pfizer per adulti e oltre 800 mila di preparato pediatrico Pfizer”.

“Nella giornata del 10 gennaio – riferisce ancora la nota – è stata oltrepassata la soglia delle 610 mila somministrazioni, con circa 64 mila prime dosi, di cui oltre 19 mila a favore degli over 50; le seconde dosi sono state 56 mila mentre le dosi booster hanno superato quota 490 mila”.

Secondo l’ultimo report del Governo, sono 116.256.181 le dosi somministrate finora in Italia, il 99,3 per cento di quelle consegnate, pari a 117.051.146, di cui 79.881.967 di Pfizer/BioNtech, 21.522.252 di Moderna, 11.544.686 di Vaxzevria-AstraZeneca, 1.846.241 di Janssen e 2.256.000 di Pfizer pediatrico.

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 46.678.236, pari all’86,43 per cento della popolazione over 12. Il totale dei guariti da al massimo sei mesi è pari a 462.440, lo 0,86 per cento della popolazione over 12. Sono state, poi, somministrate 23.697.954 dosi addizionali/richiamo (booster), al 59,94 per cento della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni, che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno quattro mesi.

Ad aver ricevuto almeno una dose di vaccino sono 48.332.948 persone, pari all’89,49 per cento della popolazione over 12. Il totale con almeno una dose sommata ai guariti da al massimo sei mesi è di 48.795.388, il 90,35 per cento della popolazione over 12. Per quanto riguarda la somministrazione alla platea 5-11 anni, il totale con almeno una dose ammonta a 639.081 (il 17,48 per cento della popolazione 5-11) mentre hanno ultimato il ciclo vaccinale in 72.367 (l’1,98 per cento della popolazione). Infine 158.883 sono i guariti (il 4,135 per cento della popolazione 5-11 guarita da al massimo sei mesi).

Leggi anche: Il bollettino del Covid mette ansia. Il Cts valuta di diffonderlo una volta a settimana. Bassetti: “È necessario e urgente un cambio di passo”.