Bombe made in Italy vedute all’Arabia Saudita nella sanguinosa guerra in Yemen. Il Movimento 5 Stelle presenta un esposto alla Procura di Roma

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Torna d’attualità l’annosa vicenda, dimenticata dal Governo italiano, delle bombe vendute dall’Italia all’ Arabia Saudita e sistematicamente usata dalla coalizione saudita nella guerra in Yemen. Ieri, infatti, i parlamentari M5S delle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato hanno depositato un esposto presso la Procura di Roma per chiedere che la magistratura indaghi sulla presunta vendita di bombe da parte dell’Italia a un Paese impegnato in un sanguinoso conflitto con lo Yemen mai autorizzato dall’Onu e che ha già causato migliaia di morti tra i civili.

“L’esposto – spiegano i parlamentari M5S- nasce da diverse notizie di stampa e in particolare dai servizi della trasmissione tv Le Iene che con prove video e testimonianze hanno ripetutamente denunciato il coinvolgimento e le responsabilità del nostro Paese”. Peraltro già la Procura di Brescia e quella di Cagliari stanno indagando da settimane sulla vicenda delle bombe vendute all’ Arabia e usate in Yemen.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA