Bonus monopattino 2022: requisiti, come funziona, a chi spetta e come richiederlo

bonus monopattino 2022
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Bonus monopattino 2022: requisiti, come funziona, a chi spetta e come richiederlo. Tutte le indicazioni sull’indennizzo approvato dal Governo.

Bonus monopattino 2022: requisiti e a chi spetta

Il bonus monopattino è una delle iniziative messe a disposizione degli italiani dal Governo ed è incluso nel pacchetto bonus mobilità 2022. La misura prevede l’erogazione di un incentivo di valore massimo pari a 750 euro per coloro che hanno acquistato non solo monopattini ma anche biciclette e abbonamenti ai servizi pubblici nell’arco temporale compreso tra i mesi di agosto e dicembre del 2020. In questo contesto, deve essere dimostrata anche la rottamazione di un veicolo inquinante.

La manovra è stata introdotta con il decreto Rilancio ossia il dl 34/2020 che ha istituito un credito d’imposta destinato a coloro che hanno sostenuto spese per l’acquisto di mezzi e servizi di mobilità sostenibile. Il dl è poi stato modificato con l’approvazione del dl 104, varato sempre nel corso del 2020.

Il credito di imposta è stato riconosciuto a persone fisiche che hanno acquistato monopattini elettrici, bici elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico e a servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile tra il 1° agosto 2020 e il 31 dicembre 2020. Per ottenere il bonus, bisogna essere in possesso di alcuni requisiti fondamentali: il primo luogo, bisogna attestare di aver rottamato un veicolo di categoria M1 rientrante in quelli previsti dall’apposita normativa (art. 1, comma 1032 della legge 145/2018) al momento dell’acquisto di un veicolo (nuovo o usato) a bassa emissione di anidride carbonica. L’emissione di CO2, infatti, deve essere compresa tra 0 e 110 g/km.

Come funziona e come richiederlo

L’importo massimo previsto per il bonus monopattino 2022 è pari a 750 euro. Il tetto massimo per la spesa complessiva è pari a 5 milioni di euro. Di conseguenza, l’Agenzia delle Entrate calcolerà la cifra da erogare ai cittadini che hanno presentato domanda rapportandola all’importo totale del credito d’imposta scaturito da tutte le comunicazioni valide pervenute.

Le spese sostenute devono essere comunicate all’Agenzia delle Entrate tra il 13 aprile e il 13 maggio 2022 attraverso l’invio del modello approvato con il Provvedimento del 28 gennaio 2022. Il modello deve essere inoltrato attraverso il sito dell’ente, collegandosi all’area riservata o ai canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Dopo aver presentato domanda, entro 5 giorni, viene rilasciata una ricevuta che attesta la presa in carico o il rifiuto della stessa.

Inoltre, entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione della domanda, viene resa nota la percentuale di credito di imposta spettante a ogni soggetto richiedente.