Bonus sport 2022: cos’è, come richiederlo e a chi spetta

Bonus sport 2022: di cosa si tratta, come fare per richiederlo e a chi spetta la misura approvata in Legge di Bilancio dal Governo?

Bonus sport 2022: di cosa si tratta, come fare per richiederlo e a chi spetta la misura approvata in Legge di Bilancio dal Governo?

Bonus sport 2022: cos’è, come richiederlo e a chi spetta

Bonus sport 2022: cos’è e a chi spetta

Il bonus sport 2022 è un credito d’imposta che è stato destinato a sostenere le imprese che hanno messo in atto opere di ristrutturazione di impianti sportivi pubblici. L’agevolazione avrà validità fino alla fine dell’anno in corso di svolgimento, secondo quanto previsto dall’ultima Legge di Bilancio approvata dal Governo italiano.

La misura è rivolta a tutte le società che hanno investito non solo in interventi di manutenzione e di restauro di impianti sportivi pubblici ma anche nella costruzione di nuove strutture sportive a patto che risultino sempre essere pubbliche.

Il credito di imposta previsto dal bonus sport 2022 è pari al 65% dell’importo speso per effettuare i lavori. Inoltre, il credito utilizzabile è suddiviso in tre quote annuali di pari importo. Il limite di spesa, invece, è dell’1% dei ricavi del 2021 mentre i finanziamenti totali sono stati fissanti a 13,2 milioni di euro per il 2022.

Come richiederlo e a chi inviare domanda

Le società possono richiedere il bonus presentando domanda a partire dal 30 maggio e fino alla fine del mese di giugno. La domanda può essere inoltrata agli indirizzi ufficiosport@pec.governo.it oppure a servizioprimo.sport@governo.it, indicando nell’oggetto della mail la dicitura “Sport Bonus 1a finestra 2022”, seguita dal nome dell’azienda e dal suo codice fiscale.

A partire dal 15 ottobre 2022, poi, verrà aperta una seconda finestra per inviare richieste che rimarrà aperta per circa un mese.

Le imprese potranno beneficiare dell’agevolazione a lavoro già pagato e opportunamente certificato dagli enti destinatari. Dopo aver inviato la domanda, sarà poi il Dipertimento per lo Sport di Palazzo Chigi, affidato alla sottosegretaria Valentina Vezzali, ad autorizzare le singole attività e procedere a spedire le dovute comunicazioni all’Agenzia delle Entrate.

Entro il prossimo 15 luglio 2022, il Dipartimento dello Sport pubblicherà sul suo sito ufficiale l’elenco delle imprese che dovranno procedere all’erogazione liberale, da effettuare entro il 25 dello stesso mese. Il denaro, invece, verrà ricevuto entro il dieci giorni e non oltre il 5 agosto.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram