Borsa: in rialzo dopo fiducia Usa sopra le attese

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Altra seduta di rialzi per le borse europee, in scia al balzo di Tokyo e nonostante i timori sulle tensioni in Russia. Parigi segna +0,48%, Francoforte +0,74%, Madrid +0,34% e Milano +0,45%, mentre fa eccezione Londra (-0,01%). I mercati sono focalizzati sulle prossime mosse della Bce, in particolare su nuove possibili misure di sostegno all’economia, dopo le parole del governatore Mario Draghi che ieri ha parlato di ‘prendere le misure necessarie per mantenere la stabilita’ dei prezzi” e del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, il quale non ha escluso l’acquisto di titoli di stato e ha parlato di un’apertura a tassi di interesse negativi per contrastare l’euro forte. Positive le notizie arrivate dal
fronte economico Usa, con la fiducia dei consumatori salita oltre le attese a marzo. A Piazza Affari i riflettori sono puntati su Mediaset, che guadagna oltre il 3% dopo i conti pubblicati ieri a mercati chiusi: il gruppo e’ tornato
all’utile nel 2013, con un risultato netto positivo per 8,9 milioni dopo il rosso di 287 milioni del 2013, i ricavi sono scesi dell’8,2% a 3,4 miliardi e l’ebit si e’ attestato a 246,3 milioni (-253 milioni un anno fa). La societa’ ha pero’
deciso di non distribuire il dividendo. Seconda giornata di recupero per Yoox (+1,84%), dopo il calo del 22,5% dalla chiusura del 7 marzo grazie ancora agli acquisti sul settore del lusso a seguito dell’accordo, annunciato lunedi’ notte,
tra Luxottica (+3,4%) e Google per la creazione di occhiali di nuova generazione: Ferragamo sale dell’1,6%, Tod’s dell’1,25%. Per contro, sono deboli il Banco Popolare (-0,96%), reduce dal -2,5% della vigilia, Mps (-0,09%) e Eni (-0,28%).
Sul mercato dei cambi, euro in rialzo a 1,38175 dollari (1,3776 ieri) e 141,34 yen (140,92). Dollaro/yen a 102,292 (102,29). Petrolio sulla parita’ a 99,3 dollari al barile (+0,11%).