Borsa: l’Europa apre contrastata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Avvio di settimana contrastato per le Borse europee. Se Milano (+0,34% Ftse All Share e +0,38% Ftse Mib), Parigi (+0,24%) e Londra (+0,12%) mettono a segno lievi progressi e’ invece sotto la parita’ l’apertura di Francoforte, che cede lo 0,51%. Gli investitori continuano a seguire con attenzione la crisi ucraina e, sul fronte macroeconomico, reagiscono all’annuncio a sorpresa di un deficit commerciale in Cina a febbraio, mentre nello stesso mese l’inflazione e’ rallentata al 2%. Tra i titoli di Piazza Affari a maggiore capitalizzazione, resta sotto i riflettori Mps, scattata in avvio a +2,02%. Bene anche Ansaldo sts (+1,92%) e UniCredit +1,62%), mentre
scivolano Enel Green Power (-1,16%) e la Banca Popolare di Milano, quest’ultima alla vigilia della presentazione di conti 2013 e piano industriale. Sul mercato Aim debutto
incerto per la matricola Gala: dopo un avvio in calo dello 0,4% ora il titolo segna +0,4%. Sul mercato dei cambi, l’euro vale 1,3887 dollari (1,3871 venerdi’ in chiusura) e 143,36 yen (143,28), mentre il rapporto dollaro/yen si attesta a 103,17 (103,36). Perde terreno, infine, il petrolio: il future aprile sul wti scivola dell’1,15% a 101,4 dollari al barile.