Borse caute per la disputa sul gas e le tensioni in Iraq

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La performance negativa di Tokyo, le tensioni irachene e le divergenze tra Russia e Ucraina sul prezzo del gas consigliano cautela agli investitori e fiaccano in avvio tutte le piazze azionarie continentali. Londra, Parigi e Francoforte hanno aperto le contrattazioni con cali compresi tra lo 0,2% e lo 0,3% per poi tornare verso la parita’. A Piazza Affari +0,02% per il Ftse Mib e -0,03% nel Ftse All Share. Subito di scatto Mps (+3,5%) tornata tonica dopo le turbolenze dei primi giorni di aumento di capitale. Deboli Pirelli (-1,3%) e Telecom (-1,1%). Subito in asta di volatilita’ dopo una partenza a +8,8% Carige nel primo giorno di aumento di capitale. Exploit di Cobra (+49%) su cui Vodafone ha lanciato un’opa a 1,49 euro per azione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA