Borse incerte in attesa delle mosse della Bce

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Avvio contrastato per le Borse europee, mentre gli investitori continuano a interrogarsi sulle mosse che annuncerà la prossima settimana la Banca centrale europea.

Sulle prime battute Milano prova a rialzare la testa dopo la seduta di riflessione della vigilia: il Ftse Mib sale dello 0,27%. Lo spread, nell’attesa dell’asta dei Bot, ha aperto stabile a 166 punti. Parigi, invece, arretra di un frazionale 0,06%, mentre Francoforte guadagna lo 0,1%. Londra e Madrid oscillano attorno alla parita’.

A Milano spicca Telecom Italia, che balza in avanti quasi del 4%, beneficiando della speculazione sul futuro assetto azionario della compagnia, in vista dello scioglimento del patto Telco, che detiene il 22,4% delle azioni. Gli occhi sono inoltre puntati su Fiat (+0,13%), dopo le rassicurazioni sui target per fine anno fornite dall’ad Sergio Marchionne. Luxottica oscilla attorno alla parità dopo la notizia che l’ad Andrea Guerra ha venduto 1,25 milioni di azioni con l’esercizio di stock option a 41,5 euro. La stessa somma e’ pero’ stata rilevata da Delfin, la finanziaria di casa Del Vecchio. Oscilla attorno ai valori di chiusura di ieri anche Unipolsai, mentre vanno avanti le indagini sulla fusione che ha dato origine alla compagnia assicurativa.