Brutta scoperta a Foggia, il centro tappezzato di manifesti con minacce di morte al procuratore capo

Brutta scoperta a Foggia, dove alcun alcuni alberi del centro sono stati tappezzati di manifesti con minacce di morte al procuratore capo

Brutta scoperta a Foggia dove sono comparsi manifesti con minacce di morte rivolte al procuratore capo di Foggia, Ludovico Vaccaro, sono comparsi, ieri sera, su alcuni alberi del centro della città di Foggia.

Brutta scoperta a Foggia, il centro tappezzato di manifesti con minacce di morte al procuratore capo

La brutta scoperta a Foggia: chiesti maggiori controlli

“Abbiamo sollecitato più volte il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese“. Bisognava “organizzare ed attivare interventi straordinari in terra di Foggia per contrastare le criminalità organizzata. Ci risiamo: manifesti con minacce di morte rivolte al procuratore capo di Foggia, Ludovico Vaccaro, sono comparsi su alcuni alberi del centro della città nella serata di ieri”.

Lo dice il senatore pugliese Luigi Vitali, componente della Commissione Antimafia. “Minacce di morte sono state indirizzate anche ad un maresciallo dei Carabinieri. Tutto questo non è un gioco, insisto rivolgendomi direttamente al Ministro Lamorgese: intervenga immediatamente”.

Da M5S solidarietà per le minacce scoperte a Foggia

“Al nostro procuratore giunga tutto il mio sostegno, certo che continuerà a svolgere egregiamente il proprio compito come sta già facendo. Foggia e i foggiani, ne sono certo, sono dalla parte del dottor Vaccaro”. Questo quanto si legge nella nota del vice presidente della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera e deputato M5S, Giorgio Lovecchio.

Manifesti che hanno riguardato anche un maresciallo dei carabinieri e per questo il pentastellato ha detto: “La stessa solidarietà giunga al carabiniere finito nel mirino dei balordi. L’Arma e i suoi uomini sono la linfa vitale della giustizia italiana”. A suo dire, conclude la nota, “chi le ha messe in atto ha evidentemente timore e questo è un punto a favore del dottor Vaccaro, che senza dubbio sta lavorando bene”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram