Il Tempo delle bufale: “Conte appoggerà Gualtieri”. L’ex premier si candiderebbe poi alle suppletive. Ma lo staff ha smentito

Secondo la fantasiosa ricostruzione l'ex premier Giuseppe Conte si candiderebbe alle suppletive al posto di Roberto Gualtieri.

Due giorni fa la bufala di Giuseppe Conte candidato a Napoli per “tastare” il suo peso politico in termini elettorali. Ieri l’ennesima fake news riguardante invece un suo presunto appoggio al ballottaggio a Roberto Gualtieri (e non eventualmente a Virginia Raggi) d’intesa col Pd, che poi lo spalleggerebbe a una sua candidatura alle elezioni suppletive proprio nel collegio di Roma Centro. A dare questa non-notizia ci ha pensato un altro grande giornalone, Il Tempo.

STATI GENERALI DELL'ECONOMIA A VILLA PAMPHILI

Il quadro è chiaro: un do ut des tra Conte ed Enrico Letta, evidentemente in funzione anti-Virginia Raggi. Risultato? Tutto falso. Ancor prima di pranzo la notizia viene smentita: “La notizia secondo cui Giuseppe Conte avrebbe stretto un accordo con il Partito Democratico per sostenere al ballottaggio nelle comunali di Roma Roberto Gualtieri in cambio di un appoggio per le elezioni suppletive nel collegio uninominale Roma Centro è totalmente priva di fondamento”. A comunicarlo alle agenzie sono state prontamente fonti interne al Movimento 5 stelle.

“Come ripetuto più volte, Conte non intende candidarsi in alcun collegio. Come ha più volte affermato ha deciso di dedicarsi a tempo pieno agli impegni per realizzare il rinnovamento, sul piano nazionale, del Movimento 5 Stelle. Inoltre – prosegue M5S – per le comunali di Roma, Conte si è sempre speso in prima persona e continuerà a spendersi per la corsa di Virginia Raggi che rappresenta il miglior candidato per il futuro della Capitale. Il Movimento appoggia Virginia in maniera compatta e convinta, a tutti i livelli”.

NON C’È DUE SENZA TRE. Insomma tutto inventato. Eppure non si comprende bene chi metta in giro queste voci e perché poi puntualmente alcuni giornali – tutti dichiaratamente anti-cinque stelle ci abbocchino. Misteri che, forse, misteri non sono, considerando che in questo modo si scredita anche l’attività politica di Giuseppe Conte che, di fatto, viene presentato come un personaggio insicuro, alla ricerca di un consenso elettorale ora a Napoli, ora a Roma.

Peccato, però, che Conte – già dopo la fake news sulla sua candidatura a Napoli – abbia smentito in maniera ferma una sua prossima candidatura. A questo punto non resta che aspettarci un terzo articolo. Magari questa volta con Conte in corsa a Bologna o a Torino. Aspettiamo curiosi.

Leggi anche: Conte stoppa il modello Draghi. Intese locali solo giallorosse. Sconfessato Cancelleri che vuole un’alleanza allargata in Sicilia. E i 5S di Gragnano in corsa insieme a FI.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram