Bullismo a Pordenone. Dodici anni, accusa la scuola e si lancia nel vuoto. Ora sarete contenti ha scritto la giovane in un biglietto lasciato ai genitori per i compagni di classe

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Poche parole in una lettera per spiegare un gesto che ha lasciato tutti sgomenti: “Adesso sarete contenti”, ha scritto in un biglietto rivolto ai suoi compagni di classe. Una ragazzina di 12 anni, a Pordenone, si è lanciata dal balcone di casa per farla finita, restando ferita in modo grave. La prognosi è riservata: la piccola ha riportato numerose fratture sul proprio corpo con possibili conseguenze sull’area spinale. Le prime parole, riportate dall’agenzia Ansa, sono state dette a una persona che l’ha soccorsa. “Oggi dovevo tornare a scuola dopo la malattia. Ma io non ce la facevo a rientrare in quella classe. Avevo paura di urlare al mondo i miei timori. E così ho deciso di farla finita”, ha detto la giovane dolorante ma lucida. Insomma, tutto lascia pensare a un caso di bullismo. La dodicenne è stata trasportata nel reparto di Terapia Intensiva di Pordenone, dove i medici l’hanno sottoposta alle cure del caso. I genitori hanno rinvenuto due diversi biglietti in cui la figlia si scusava e spiegava il motivo del tentativo di suicidio. Tuttavia, la data scritta sui foglietti risaliva a giovedì scorso: un segno che la ragazza stava meditando il gesto già da qualche giorno. Ma lo ha compiuto solo poche ore prima di far ritorno in classe.  La Procura per i minorenni di Trieste ha subito aperto un’inchiesta sul caso, disponendo il sequestro dei dispositivi mobili della ragazza di 12 anni. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, infatti, l’esame delle conversazioni, sms e chat, è necessaria per “poter cercare un collegamento tra le accuse che la dodicenne ha formulato in una lettera di addio e l’eventuale comportamento di qualche coetaneo”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA