Buonus 80 euro, ecco come si fa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso a tempo di record le istruzioni per il bonus Irpef da 80 euro a partire dalla busta paga di maggio, che verrà applicato «senza dover fare alcuna domanda». E’ stata infatti pubblicata la circolare con le indicazioni per riconoscere il credito ai lavoratori dipendenti “e assimilati” con un reddito fino a 26 mila euro.

I soggetti titolari nel 2014 di redditi da lavoro dipendente, le cui remunerazioni sono erogate da un soggetto che non è sostituto di imposta, tenuto al riconoscimento del credito in via automatica, per esempio le colf casalinghe, e tutti i soggetti il cui rapporto di lavoro si è concluso prima di maggio, potranno chiedere il credito nella dichiarazione dei redditi 2014, utilizzarlo in compensazione, o richiederlo a rimborso. E’ uno dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate in merito al bonus Irpef.

“Siamo in presenza di un bonus, che è in media annua di 54 euro, e non di un intervento strutturale. Meglio di niente, però non è quello che era stato detto”, anche per quanto riguarda “la platea, che non è larga come si era detto all’inizio”. Lo ha detto il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, a Sky Tg24, sottolineando che comunque questo da solo non basta per rilanciare i consumi e quindi l’economia. “Mi pare – ha aggiunto – siano provvedimenti che hanno il sapore elettoralistico”.