Calabria, la Santelli recluta il Capitano Ultimo. La neo governatrice nomina De Caprio assessore all’Ambiente. “Sarà un privilegio servire il popolo calabrese”

dalla Redazione
Politica

Il Capitano Ultimo, al secolo Sergio De Caprio, sarà l’assessore all’Ambiente della regione Calabria. Ad annunciarlo è stata Jole Santelli, prima donna presidente, insediata ieri nella Cittadella regionale di Catanzaro, nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio. Il colonnello dei carabinieri, che nel 1993 arrestò Totò Riina, ha accettato l’incarico. “Per noi è un grande orgoglio che il colonnello De Caprio abbia accettato questo incarico e siamo certi che faremo un grandissimo lavoro”, ha dichiarato Santelli. “Ringrazio la presidente – ha detto De Caprio – perché mi dà il privilegio di poter servire il popolo calabrese e quindi lo farò con tutta la forza e tutto l’amore che ho nel cuore senza secondi fini, se non per il bene comune”.

“Sono emozionato – ha aggiunto l’ufficiale dell’Arma – perché è un incarico di grande responsabilità e lo affronteremo in squadra secondo i principi di sempre. I temi sono tanti e li concorderemo con Santelli, però la cosa fondamentale è il concetto di autodeterminazione delle comunità e garantire che questa si sviluppi senza interferenze e senza manipolazioni mafiose o di qualunque altro tipo. Questa è la civiltà. Le scelte vanno condivise. Un conto è servire e un conto è praticare il dominio, che non mi appartiene e non è accettabile in una civiltà matura e in una democrazia”.