Calano ancora ricoveri e decessi. Il 74% dei malati di Coronavirus è in isolamento domiciliare con sintomi lievi. Oltre 23mila i morti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 107.771 i pazienti ancora oggi alle prese con il Coronavirus, con un incremento, rispetto a ieri, di 809 positivi. Continua a calare, secondo i dati forniti in serata dal Dipartimento della Protezione civile, il numero di malati ricoverati nelle terapie intensive: 2.733, con una decrescita, sempre rispetto a venerdì, di 79 pazienti.

I malati ricoverati nei reparti ordinari sono 25.007 con un decremento di 779 pazienti rispetto a ieri; 80.031 pazienti, pari al 74% dei positivi, si trovano, invece, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i decessi sono 482 in più, e portano il totale a 23.227. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 44.927, con un incremento di 2.200 persone.

Nel dettaglio (qui la mappa dei contagi), i casi attualmente positivi sono: 34.195 in Lombardia, 13.584 in Emilia-Romagna, 14.223 in Piemonte, 10.444 in Veneto, 6.470 in Toscana, 3.412 in Liguria, 3.172 nelle Marche, 4.282 nel Lazio, 3.045 in Campania, 1.985 nella Provincia autonoma di Trento, 2.694 in Puglia, 1.403 in Friuli Venezia Giulia, 2.171 in Sicilia, 1.971 in Abruzzo, 1.556 nella Provincia autonoma di Bolzano, 431 in Umbria, 881 in Sardegna, 832 in Calabria, 549 in Valle d’Aosta, 262 in Basilicata e 209 in Molise.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA