Calcio, Zampa: “I protocolli sottoscritti anche dalla Figc parlano chiaro. I positivi non possono giocare fino a quando non risulteranno negativi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Quando c’è un numero di positivi così alto, non si può che fermare il campionato. I positivi non sono in grado di giocare e possono contagiare altre persone. Il protocollo è stato sottoscritto anche dalla Federazione calcio. E nessuno al momento sta facendo pressioni su di noi”. E’ quanto ha detto a Radio Capital il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, dopo la positività di ben 14 tesserati al Genoa. E sulla parziale riapertura degli stadi: “Il comitato tecnico scientifico è radicalmente contrario alla presenza dei tifosi sugli spalti. Su questo si è già espresso”. “Nel corso della mia intervista a Radio Capital – ha poi precisato in una nota la stessa Zampa – ho detto che, in base al Protocollo sottoscritto dalla Federazione Italiana Gioco Calcio, i giocatori positivi al Covid-19 non possono giocare fino a quando non risulteranno negativi al tampone. Questo non significa che la Serie A vada sospesa. Saranno poi la FIGC e le Società calcistiche a decidere sui destini del massimo campionato: se facendo recuperare partite alle squadre che non potranno giocare o mettendo in campo eventuali riserve”.