Capitan Fake news, Toninelli e Macina stroncano le bufale della Lega. Salvini vaneggia su Conte anziché chiedere scusa ai lombardi

dalla Redazione
Politica

“Salvini come sempre non perde occasione per diffondere notizie infondate arrivando oggi addirittura ad emettere una sentenza che di sicuro non spetta a lui sulla chiusura del bergamasco per l’emergenza da coronavirus. Quello che è successo in Lombardia è drammatico e nel giorno in cui viene ascoltato il presidente del Consiglio queste fughe in avanti della Lega sembrano l’ennesimo modo per nascondere verità scomode”. Così, in una nota, il senatore lombardo M5S Danilo Toninelli.

“Sulla chiusura del bergamasco – aggiunge l’esponente pentastellato – le domande a cui rispondere sono tante: chi conosce meglio ed è più vicino al territorio e ai cittadini che lo abitano? Il governo nazionale o quello regionale? E se fosse stato possibile disporre la zona rossa da parte di entrambi chi aveva di più il polso della situazione?”.

“Salvini, invece di vaneggiare e attaccare Conte – afferma in una nota la deputata del Movimento Cinque Stelle, Anna Macina -, dovrebbe avere la decenza di chiedere scusa per gli errori commessi in Lombardia da Fontana e Gallera. Lo stesso leader della Lega, che chiama irresponsabilmente le piazze, senza riuscire a far mantener la distanza di sicurezza, e per di più nelle quali è il primo a non rispettare le prescrizioni togliendosi la mascherina, per parlare con le persone o fare selfie, non può permettersi di fare la morale a nessuno”.