Carceri minorili in ritardo di 40 anni. Manca la legge ad hoc per i minori detenuti. Ora è presente un testo al Senato, ma è fermo da settembre dopo l’approvazione alla Camera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nelle carceri minorili italiane ci sono undici detenuti per omicidio volontario e dodici per tentato omicidio, su un totale di 449 ragazzi e ragazze. Sono i dati presentati ieri a Roma nel terzo rapporto dell’associazione Antigone sugli istituti penali minorili, “Ragazzi fuori”. I numeri, secondo quanto riportato, son in netto calo rispetto agli anni passati. Ma il Governo ha grosse responsabilità in un sistema che equipara carceri minorili a quelle per adulti, nonostante la legge del 1975 avesse obbligato l’Italia a prendere provvedimenti specifici per il sistema penitenziario minorile. Siamo, dunque, in ritardo di ben 40 anni. Ora è presente un testo al Senato, ma è fermo da settembre dopo essere stato approvato alla Camera.