Casal Bruciato, Conte: “Per quanto mi riguarda la legge va applicata”. Il premier si schiera con la sindaca Raggi, sotto tiro per la casa popolare assegnata a una famiglia rom

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Per quanto mi riguarda la legge va applicata”. E’ quanto ha detto, questa mattina, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al suo arrivo al vertice Ue a Sibiu. Il premier ha risposto a una domanda dei giornalisti su quale fosse la sua posizione in merito alle proteste, in corso nel quartiere romano di Casal Bruciato, in seguito all’assegnazione, da parte del Campidoglio, di un alloggio popolare a una famiglia rom.

Una vicenda che vede al centro delle polemiche anche la scelta della sindaca di Roma, Virginia Raggi, dopo la visita di ieri alla famiglia di origini bosniache a cui è stato destinato l’alloggio. “Questa famiglia risulta legittima assegnataria – aveva detto ieri la sindaca lasciando Casal Bruciato – e ha diritto di entrare e la legge si rispetta. Abbiamo avuto modo di presentare questa famiglia ad alcuni condomini, chi insulta i bambini e minacce le donne si dovrebbe fare un esame di coscienza”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA