Caso Ruby, condannati Mora, Fede e Minetti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Pene ridotte per tutti gli imputati al processo d’appello del caso Ruby. Lele Mora dovrà scontare sei anni e un mese per una pena che però comprende anche il fallimento della lm management (in primo grado era stato condannato a sette anni per la sola vicenda Ruby). Quattro anni e dieci mesi, invece, per Emilio Fede (contro i sette anni del primo grado) e, infine, tre anni a Nicole Minetti (in primo grado erano stati cinque). E le pene ridotte sono state spiegate nel dispositivo della sentenza: alla Minetti sono state concesse le generiche, mentre aMora è stata riconosciuta la continuazione tra i reati di cui era accusato, per i quali è stata ribadita la colpevolezza, e la condanna già subita per la bancarotta fraudolenta di una delle sue società. Fede è stato in parte assolto dalle accuse e uno dei reati di cui rispondeva è stato riqualificato in un altro che prevede una pena più lieve.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA