Casta con cuore. La Camera destina i suoi risparmi ai terremotati: 47 milioni per la ricostruzione di Amatrice

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I risparmi della Camera vanno alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. La cifra di 47 milioni di euro quindi sarà destinata alla ricostruzione di Amatrice e degli paesi gravemente danneggiati dal sisma. L’Aula di Montecitorio ha infatti approvato la risoluzione presentata dal vicepresidente Simone Baldelli (Forza Italia) e appoggiata da tutti i gruppi parlamentari.

“La risoluzione impegna il Governo a destinare alla ricostruzione dei paesi colpiti dal sisma la somma di 47 milioni di euro risparmiata dalla Camera e da questa trasferita nella giornata di ieri al Ministero dell’economia e delle finanze”, riferisce una nota di Montecitorio. “Sono orgogliosa che l’Aula di Montecitorio abbia deciso di destinare alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto i 47 milioni di euro risparmiati quest’anno dalla Camera”, ha commentato la presidente della Camera, Laura Boldrini. “Sulla risoluzione proposta al riguardo dal Vicepresidente Baldelli e firmata da deputati di tutti i gruppi si è registrata – ha aggiunto Boldrini una significativa unanimità. E anche nel voto sulle numerose mozioni a favore delle zone danneggiate si è potuto apprezzare un clima di dialogo e di convergenza. Mi sembra una conferma ulteriore di come tutte le forze politiche stiano rispondendo con senso di responsabilità agli impegni presi fin dalle prime ore dopo la tragedia”. Insomma, la Casta si è messa una mano sul cuore. E anche al portafogli.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA