C’è un solo Berlusconi: parola di Silvio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Prima il comitato di presidenza allargato di Forza Italia, poi l’incontro coi cronisti: Silvio Berlusconi, rispondendo alle domande, ha affermato di “star bene, bene”.

“Noi abbiamo fatto il possibile, l’unica colpa che ho io è che ho detto che Renzi era simpatico e capace. Non lo ripeterò mai più”: così Berlusconi nel corso del comitato presidenza di Forza Italia. “Noi non abbiamo perso. Il 50% degli elettori non ha compreso che doveva essere protagonista del voto”, ha detto nel corso del comitato di presidenza nella sede del partito.

“Forza Italia ha votato alcune riforme che erano le stesse proposte da noi in passato. Non è stato producente, ma noi siamo responsabili”: così Berlusconi, a quanto raccontano, nel corso del suo intervento al comitato di presidenza del partito.  “Io rimango a guidare il partito. Per favore non parliamo più dei miei figli”, ha affermato Berlusconi.

“Dobbiamo fare una coalizione ma non subito e non con tutti. Con la Lega sì”: così Berlusconi, nel corso del comitato di presidenza del partito.

“Se siete d’accordo non rispondiamo più alle provocazioni. Ignoriamoli”, ha ancora detto parlando di Grillo e degli attacchi da parte dei pentastellati.

“C’è un problema di giustizialismo. Tra le grandi battaglie da fare c’è quella sulla riforma della giustizia”, ha affermato Berlusconi nel corso del suo intervento nella sede di Fi.

“Siamo con l’acqua alla gola, servono soldi”: e’ la richiesta che Silvio Berlusconi fa allo stato maggiore del partito parlando della situazione economica di Fi. L’ex premier annuncia poi il via ai congressi cittadini. Ad illustrare il progetto è Denis Verdini che parla del coinvolgimento di 1942 comuni.