Cento medici morti dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Il 10% dei contagiati in Italia sono operatori sanitari. La Federazione degli ordini: “Combattono il virus a mani nude”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono cento i medici morti a causa del virus Covid-19 dall’inizio dell’emergenza. A rendere noto il nuovo aggiornamento la Federazione Nazionale degli Ordini dei medici, che pubblica sul suo sito l’aggiornamento quotidiano con i nomi delle vittime. “I morti non fanno rumore – commenta il presidente della FNOMCeO, Filippo Anelli -, non fanno più rumore del crescere dell’erba, scriveva Ungaretti. Eppure, i nomi dei nostri amici, dei nostri colleghi, messi qui, nero su bianco, fanno un rumore assordante. Così come fa rumore il numero degli operatori sanitari contagiati, che costituiscono ormai il 10% del totale. Non possiamo più permettere che i nostri medici, i nostri operatori sanitari, siano mandati a combattere a mani nude contro il virus. E’ una lotta impari, che fa male a noi, fa male ai cittadini, fa male al paese”. Secondo l’ultimo aggiornamento fornito dall’Istituto superiore di Sanità gli operatori sanitari che hanno finora contratto il virus – comprese le vittime e i guarini – sono 13.522.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA