A Tor Vergata si presentano in 40 al centro vaccini ma trovano chiuso: tra loro una centenaria

centro vaccini tor vergata chiuso 40 persone fuori
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Giornale racconta che presso il centro vaccini di Tor Vergata ieri a Pasqua quaranta persone, tra cui una centenaria, si sono presentate per ricevere la vaccinazione ma hanno trovato chiuso. E sono dovute tornare a casa senza vaccinazione.

A Tor Vergata si presentano in 40 per la vaccinazione ma trovano chiuso: tra loro una centenaria

Il quotidiano racconta che le quaranta persone non sono state informate, non un avviso sul telefono, una mail o una lettera che dicesse loro di non presentarsi. Non un cartello affisso all’esterno dell’ingresso, non un addetto che desse spiegazioni sulla chiusura del centro vaccinale. L’unica persona che, come sempre, presidiava l’ingresso era una guardia giurata che non era a conoscenza della situazione e non ha potuto dare nessun tipo di informazioni.

Comprensibile la rabbia di chi, nel giorno di Pasqua, si è recato a Roma Tor Vergata per ricevere il vaccino e ha trovato chiuso senza nemmeno aver avuto una piccola spiegazione. Eppure, come hanno lamentato molti di quelli che, furiosi, si sono presentati per ricevere la loro dose, appena tre giorni fa sui loro telefoni è arrivata la conferma della prenotazione e dell’appuntamento per il giorno di Pasqua.

L’utente Andrea Bernardi su Twitter ha pubblicato un video per raccontare la vicenda: “Il Policlinico Universitario di Tor Vergata, capitale d’Italia, nel 2021. Non l’ultimo ambulatorio di provincia. Neanche un sms, una email, un cartello. Centro vaccini chiuso senza spiegazioni”. Successivamente ha scritto: “Ci chiama l’ospedale. Sostengono che la regione ha emesso prenotazioni errate (in un pomeriggio di chiusura). Nonostante la richiesta del policlinico, la Regione non avrebbe provveduto a cancellare e riprogrammare le prenotazioni errate”.

Leggi anche: L’insegnante di 32 anni ricoverata a Genova per una trombosi dopo il vaccino AstraZeneca è morta

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA