“Che panchine di m…”. Sgarbi a processo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Processo in vista per Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte definì criminale il progettista del restyling di piazza Santa Maria Novella a Firenze. Entrando nel dettaglio del progetto, Sgarbi criticò duramente il nuovo arredo urbano prendendosela con le panchine (panchine di m…). Insomma a suo carico c’è una presunta diffamazione per i fatti risalenti al 2010. Pur criticando fortemente l’architetto Maurizio Barabesi, Sgarbi non lo nominò mai intervenendo alla Biennale dei beni culturali di Firenze a Palazzo Vecchio. L’architetto, però, sentendosi diffamato lo denunciò. Inizialmente Sgarbi venne prosciolto dal gip. Dopo un ricorso in Cassazione è stato rinviato a giudizio da un altro giudice. Prossima udienza il 19 marzo 2015.