Chikungunya, la zanzara torna a colpire: 11 casi solo oggi. Cresce l’allerta nella zona a Sud di Roma. In totale i contagiati sono 76

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 11 i nuovi casi di chikungunya nel Lazio accertati oggi, di cui 4 a Roma. In totale i casi accertati del virus trasmesso dalle zanzare tigre infette, che ha portato anche al blocco delle donazioni di sangue nella zona della Asl Roma 2 e ad Anzio, sono dunque 76. “Di questi 11 nuovi casi”, spiega la Regione Lazio in una nota “7 sono residenti o hanno riportano un soggiorno nel comune di Anzio nei 15 giorni precedenti l’esordio dei sintomi. I restanti 4 nuovi casi sono residenti nel comune di Roma e non hanno collegamenti con Anzio”. Mentre l’allerta sale, però, la corsa alla solidarietà ha già portato a oltre 1500 sacche di sangue messe a disposizione da 13 Regioni per far fronte all’eventuale emergenza Chikungunya che ha costretto la Asl Roma 2 e Anzio a bloccare le donazioni.

“Grazie alle istituzioni e ai volontari”, ha twittato il Centro nazionale sangue. L’attenzione, però, rimane alta nella zona considerata cuore del contagio: da Roma sud a Latina fino ad Anzio, dove c’è stato il maggior numero di contagi e dove è stato registrato un nuovo caso. Capitolo a parte le polemiche dei scorsi giorni su tempi e modalità d’intervento a Roma con il Campidoglio che è tornato a ribadire: “Tutto quello che bisognava fare è stato fatto — ha detto l’assessora all’Ambiente Pinuccia Montanari — questa è la Capitale d’Italia e non della Chikungunya”.

Intanto anche a Fiumicino è allerta: è stata disposta la disinfestazione preventiva in tutte le scuole e parchi, per evitare che scoppino casi anche qui.