Ci lascia il re delle canzoni trash. È morto Leone di Lernia, storica voce dello Zoo di 105

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Leone di Lernia non ce l’ha fatta. La storica voce de Lo Zoo di 105 è morto a 78 anni. “Sembra uno scherzo, uno dei mille fatti dallo Zoo, ma con il cuore spezzato, dobbiamo annunciare che Leone ci ha lasciato questa mattina! Riposa in pace fratello”, ha reso noto un comunicato del programma radiofonico. Nei giorni scorsi, il re delle canzoni trash era stato ricoverato e c’era stato un gran dibattere intorno alle sue reali condizioni di salute.

La sua notorietà è arrivata con le parodie di “Killing Me Softly” e “Love is love”, cantate con il suo inconfondibile accento pugliese, mai perso nonostante il trasferimento a Milano. Poi il nome di Leone di Lernia si è legato indissolubilmente allo Zoo di 105, dove ha espresso il meglio del suo repertorio. Da qualche anno, però, non era più una presenza fissa, anche a causa di una salute non ottimale.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA