Cinque arresti per corruzione a Napoli. Coinvolto un giudice. Inchiesta della Procura di Roma svela legami anche con la camorra

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un giudice del Tribunale di Napoli è stato arrestato assieme ad altre quattro persone nell’ambito di un’operazione anticorruzione della polizia, coordinata dalla procura di Roma e denominata “San Gennaro”. I cinque sono indagati, a vario titolo, per corruzione per l’esercizio della funzione, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, corruzione in atti giudiziari, traffico di influenze illecite, millantato credito, tentata estorsione e favoreggiamento personale. Emersi anche collegamenti con appartenenti alla camorra. La squadra mobile di Roma ha eseguito questa mattina l’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale a carico dei 5 indagati e le contestuali perquisizioni.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA