Cinque regioni a zero contagi. 516 i nuovi casi individuati e 87 le vittime nelle ultime 24 ore. L’epicentro dell’epidemia è ancora la Lombardia

dalla Redazione
Cronaca

Sono 516 i nuovi casi di contagio registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Il numero totale dei pazienti attualmente positivi, secondo l’ultimo aggiornamento fornito dal Dipartimento della Protezione civile, è di 46.175, con una decrescita di 1.811 assistiti rispetto a ieri. Tra questi, 475 sono ricoverati nelle terapie intensive, con una decrescita di 14 pazienti, 7.094 sono degenti, con sintomi, nei reparti ordinari, con un decremento di 285 pazienti, e 38.606, pari all’84% del totale, sono in isolamento domiciliare, asintomatici o con sintomi lievi. Rispetto a giovedì i deceduti sono 87 in più e portano il totale a 33.229 vittime. Il numero complessivo di guariti e dimessi sale, invece, a 152.844, con un incremento di 2.240 persone.

Cinque regioni sono a zero contagi: Abruzzo (per la prima volta dall’inizio dell’emergenza), Umbria, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata, oltre alla provincia di Bolzano. A Roma città è stato registrato il dato più basso, con solo 3 nuove positività. In Lombardia, ancora epicentro dell’epidemia di Covid-19, i nuovi contagiati, individuati tra ieri e oggi, sono 354 (ieri erano 382), pari al 68,6% dell’aumento odierno su base nazionale, e 38 i nuovi decessi.

Nel dettaglio (qui la mappa dei contagi), i casi attualmente positivi sono 22.683 in Lombardia, 5.658 in Piemonte, 3.564 in Emilia-Romagna, 1.849 in Veneto, 1.255 in Toscana, 994 in Liguria, 3.163 nel Lazio, 1.352 nelle Marche*, 986 in Campania, 1.283 in Puglia, 410 nella Provincia autonoma di Trento, 1.137 in Sicilia, 323 in Friuli Venezia Giulia, 770 in Abruzzo, 154 nella Provincia autonoma di Bolzano, 31 in Umbria, 190 in Sardegna, 19 in Valle d’Aosta, 159 in Calabria, 162 in Molise e 33 in Basilicata.