City Analytics-Mappa di mobilità. Lo strumento di Enel X supporta le Pa. Il nuovo servizio sviluppato con Here Tecnologies. È un contributo rilevante per la ripartenza

dalla Redazione
Cronaca

A supporto dell’emergenza COVID-19, Enel X, la global business line innovativa del Gruppo Enel e HERE Technologies, leader globale nei servizi di dati geografici e di mappatura, hanno lanciato “City Analytics – Mappa di mobilità”, una soluzione big data che stima la variazione degli spostamenti e dei chilometri percorsi dai cittadini sul territorio nazionale, regionale, provinciale e comunale. La soluzione si aggiunge alla suite City Analytics, realizzata da Enel X per le Pubbliche Amministrazioni e per la pianificazione urbana.

A TUTTO CAMPO. Il servizio fornisce una mappatura dei macro flussi di mobilità sul territorio italiano a livello regionale, provinciale, comunale e sub-municipale per le città con più di 100mila abitanti, basandosi sull’analisi dei dati anonimizzati e aggregati, provenienti da veicoli connessi, mappe e sistemi di navigazione, elaborati in correlazione con location data provenienti da applicazioni mobile e open data della Pubblica amministrazione.

L’elaborazione dei dati ha come risultato l’individuazione di alcuni indicatori chiave, pubblicati sulla mappa interattiva raggiungibile tramite il sito di Enel X (clicca qui).

1) variazione percentuale giornaliera, rispetto ad una media ponderata del periodo 13 gennaio – 16 febbraio 2020, del numero di spostamenti sul territorio, con vista aggregata regionale, provinciale, comunale e sub-comunale;
2) variazione percentuale giornaliera, rispetto ad una media ponderata del periodo 13 gennaio – 16 febbraio 2020, del totale dei km percorsi, con vista aggregata regionale, provinciale, comunale e sub-comunale;
3) vista giornaliera percentuale con evidenza delle aree attraversate in entrata e uscita da ciascun Comune, Provincia, Regione;
4) variazione percentuale giornaliera, rispetto ad una media ponderata del periodo 13 gennaio – 16 febbraio 2020, dei movimenti inter-regionali ed inter-provinciali rispetto ad una media ponderata del periodo 13 gennaio – 16 febbraio 2020.

Sono inoltre disponibili per le Pubbliche Amministrazioni nel portale YoUrban ulteriori analisi, le matrici origine/destinazione che mostrano la percentuale degli spostamenti settimanali e mensili tra Regioni, tra Province e tra i principali Comuni.

LO STRUMENTO. “La nuova release di City Analytics è uno strumento innovativo sviluppato per venire incontro alle esigenze della Pubblica Amministrazione, impegnata nel fronteggiare l’emergenza”, ha dichiarato Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X. “Grazie alla collaborazione con HERE Technologies – ha aggiunto – abbiamo messo a disposizione del Paese una soluzione concreta attraverso la quale è possibile valutare i dati dell’evoluzione dei flussi di mobilità sul territorio, utili per la pianificazione della fase di ripresa”.
Per Edzard Overbeek, amministratore delegato di HERE Technologies, il proprio gruppo “è determinato a sfruttare la sua intelligence di posizione nella lotta contro la pandemia globale di Coronavirus. Insieme a Enel X – ha spiegato – speriamo di poter aiutare il Paese a contenere e controllare la diffusione del coronavirus in modo da rispettare la privacy dei cittadini italiani”. Nel complesso lavoro di contrasto alla diffusione del Coronavirus, le tecnologie e l’innovazione

FONTE APERTA. I dati possono essere consultati gratuitamente fino al 30 Giugno 2020, dalle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, dagli enti interessati e della Protezione Civile, e utilizzati per comprendere gli impatti delle misure di contenimento del COVID-19; identificare le aree che necessitano di maggior supporto nell’attuazione di tali misure; analizzare in modo data driven il graduale ritorno alla normalità, una volta che la pandemia sarà finita. Oltre alle Istituzioni, anche i cittadini potranno accedere ai dati pubblici dei flussi di mobilità giornalieri attraverso la dashboard presente sul sito di Enel X, e supportare in modo attivo le amministrazioni in questa fase così delicata per il nostro Paese. La dashboard è accessibile a questo indirizzo.

L’ANALISI. Dall’analisi dei dati dell’11, 12 e 13 maggio 2020 – con il graduale ritorno al lavoro di molti Italiani e con la riapertura di diverse attività commerciali – si sono registrati sensibili incrementi di mobilità.
Tendenzialmente i dati dell’aggregato medio delle 20 Regioni rilevano che nel confronto con la normalità – ossia il periodo di riferimento 13-gen/2feb – si assottiglia il decremento degli spostamenti. Dal –75% medio registrato a livello regionale nel periodo di lockdown a confronto con gennaio si scende infatti ad una media del -23%. Analizzando nel dettaglio i dati, l’aggregato dei tre giorni dall’11 al 13 maggio fa registrare un incremento del 46% dei movimenti rispetto al periodo di lockdown e un +5,6% rispetto ai primi giorni della fase due (4-5-6 maggio). Guardando le singole giornate ecco uno spaccato degli incrementi medi verso settimana scorsa – periodo 4-6 Maggio, partenza della Fase 2: 1) del +6.95% l’11 Maggio a confronto con il 4 Maggio; 2) del 5,5% il 12 Maggio a confronto con il 5 Maggio; 3) del 4,9% il 13 Maggio a confronto con il 6 Maggio. I dati quindi ci permettono di identificare le regioni più virtuose: La Valle D’Aosta: con un -2% l’11-5 (vs 4-5), e + 3 il 12 ed il 13 -5 (vs 5 e 6 Maggio); il Trentino: con – 1% il 12 e 13/5 (vs 5 e 6 Maggio), la Sardegna: con + 4% l’11 ed il 12-5 (vs 4 e 5 -5 ) e +2% il 13-5 (vs 6-5). Quelle meno attente invece sono risultate: le Marche: +14 l’11-5 (vs 4-5), + 8% il 12-5 (vs 5-5), +9% il 13-5(vs 6-5) e la Campania: +11% l’11-5 (vs il 4-5) e + 8% il 12-5 (vs 5-5).