Clima torrido e siccità, Zingaretti decreta lo stato di calamità naturale nel Lazio

Clima torrido e siccità. Il governatore Nicola Zingaretti, come i colleghi di Lombardia e Piemonte, decreta lo stato di calamità naturale

Clima torrido e siccità, Zingaretti decreta lo stato di calamità naturale. Dopo quanto già visto nel nord Italia, era chiaro che prima o poi anche nel Lazio sarebbero arrivati provvedimenti drastici e così è stato.

FESTIVAL DELLE CITTA' 2020

“Annuncio che nelle prossime ore proclameremo lo stato di calamità naturale. L’emergenza climatica non è un problema del futuro ma del presente. Comincia addirittura ad essere stancante dirlo. Vediamo cosa sta succedendo in tutta Italia, e dobbiamo muoverci anche noi. Lo stato di calamità servirà ad adottare le prime misure, a invitare i sindaci alle prime misure di contenimento”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di un incontro in cui ha spiegato come la situazione sia drammatica.

Clima torrido e siccità, per il Lazio si prospettano tempi duri

“Dobbiamo prepararci a una situazione molto critica e dovremo basarci sul risparmio idrico, in tutte le attività a cominciare dai consumi familiari e anche alla ricerca di forme di approvvigionamento e di presenza per stare vicino alle amministrazioni comunali” insiste il governatore.  “Per ora lo stato di calamità naturale è il primo step. Dico a tutti attenzione, è bene fare i conti con l’emergenza climatica che vuol dire, in questo caso, risparmiare acqua” ha concluso Zingaretti.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 16:06
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram