Coldplay, non è un concerto per poveri. I fan ironizzano sul costo del biglietto: “A sky full of bestemmie”

dalla Redazione
Argomenti

Si sa: il web è un mondo strano. A volte è delirante, altre volte è splendidamente ironico. Come in questo caso. I fan dei Coldplay sono rimasti profondamente sorpresi dal costo dei biglietti per il concerto che la band di Chris Martin terrà a San Siro, Milano, il prossimo 3 luglio. Il costo dei tanto desiderati ticket va dai 50 euro per il prato fino ai cento euro e oltre: il 5 ottobre è stata aperta la prevendita per i possessori di American Express mentre da venerdì 7 verranno aperte le vendite a tutti.

Subito sono nati gruppi su facebook, come “Elemosinare per comprarsi il biglietto del concerto dei Coldplay”,  “Coldplay live – stocazzo” e ancora “Ascoltare il concerto dei Coldplay dal parcheggio (EVENTO POVERI)“.

E sui social non potevano che partire gli sfottò. A dir poco geniali: c’è chi si lamenta per la paura di non riuscire a compare il tanto agognato biglietto, c’è chi offre a Chris Martin una soluzione per abbassare i prezzi (“Caro Chris, gli alimenti al Gwyneth Paltrow li paghiamo noi“), chi dice al leader della band che non può vendersi un rene per vederlo cantare (“I can’t vendermi my rene per comprare the ticket”) e chi modifica il titolo dell’album e del tour in “A sky full of bestemmie“. E c’è chi, poi, ne approfitta per dare un consiglio a Renzi:

coldplay 2

Ma c’è anche chi offre location alternative, com i fondatori dell’evento “Coldplay a casa de mi padre“. Sperando che almeno lì costi meno.