Colpo al clan del super boss Messina Denaro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Si stringe il cerchio sul super ricercato di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Un’operazione antimafia condotta dai carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani nei confronti del clan capeggiato dal super boss ha portato i suoi frutti di prima mattina con gli investigatori che hanno eseguito 16 ordini di custodia cautelare in carcere. La richiesta è arrivata dalla procura distrettuale antimafia di Palermo, per associazione di tipo mafioso, estorsione, rapina pluriaggravata, sequestro di persona ed altri reati aggravati dalle finalità mafiose.

Obiettivo era un altro dei fedelissimi della primula rossa: Girolamo Bellomo detto Luca, 37 anni: il marito di Lorenza Guttadauro, la nipote di Messina Denaro. E’ stato arrestato. Gli altri finiti alla custodia cautelare in carcere sono accusati di essere stati alle dipendenze di Bellomo, per pianificare e organizzare una maxirapina nel deposito di un corriere che ha sede a Campobello di Mazara. Una rapina che ha fruttato 100 mila euro e che sarebbe servita a finanziare la latitanza di Messina Denaro.