Colpo alla mafia. Arrestato il latitante Andrea Nizza: è accusato di essere un dei killer del clan Santapaola

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Andrea Nizza, uno dei 100 latitanti più ricercati d’Italia, è stato arrestato a Viagrande, in provincia di Catania. A 30 anni era già uno degli elementi di spicco del clan Santapaola: era infatti considerato dai giudici uno dei killer della famiglia mafiosa. Nizza era nascosto in un appartamento preso in affitto da una coppia di suoi amici, finiti in manette con l’accusa di favoreggiamento.

Negli anni il giovane boss aveva acquisito sempre maggiore autonomia, diventando un punto di riferimento per il traffico di droga, insieme ai suoi fratelli. Sul suo conto pesano già alcune condanne, non ancora definitive: si va dalla tentata estorsione all’usura, passando per il traffico di droga e omicidio. La cattura è stata possibile grazie alle rivelazioni di Fabrizio Nizza, uno dei fratelli che da tempo collabora con la giustizia. “È un colpo importante”, si è limitato a commentare il procuratore della Repubblica, Carmelo Zuccaro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA