Colpo alla ‘ndrangheta. In manette il boss Rocco Barbaro: era latitante dal 2015. Era “in lizza” per entrare nell’elenco dei 20 ricercati più pericolosi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un altro colpo messo a segno a danno della ‘ndrangheta. Latitante dal 2015, capo dell’omonima cosca considerata egemone nel traffico di cocaina in Calabria ed in Lombardia, è stato finalmente arrestato il boss Rocco Barbaro. Il suo nome era stato anche proposto per essere inserito nell’elenco dei 30 latitanti più pericolosi. I carabinieri del gruppo di Locri hanno arrestato a Platì Rocco Barbaro, di 52 anni, che è stato bloccato nell’abitazione di una delle figlie.

Il boss, peraltro, era sfuggito nel 2015 all’arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per associazione mafiosa ed intestazione fittizia di beni emessa dal gip del Tribunale di Milano su richiesta della Dda. In passato Rocco Barbaro si era reso irreperibile altre due volte.