Con il nuovo Dpcm scatta anche l’obbligo di autocertificare gli spostamenti durante le ore di coprifuoco. Ecco il modulo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Torna l’autocertificazione per gli spostamenti in tutta Italia. Con il nuovo Dpcm (leggi l’articolo), in vigore da domani, scatterà il coprifuoco dalle 22 alle 5 e sarà, dunque, obbligatorio giustificare i propri spostamenti anche nei Comuni inseriti nelle zone gialle. Il modulo, già disponibile sul sito del Viminale (clicca qui per il modulo editabile), è lo stesso predisposto in occasione del precedente Dpcm di ottobre. Si tratta di un modello standard – che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia – dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento. I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione, verrà denunciato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA