Conclave, la prima fumata è nera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Alle 19.41 è arrivato il verdetto del primo scrutinio dei 115 cardinali chiusi in conclave nella cappella Sistina. E’ fumata nera, come ampiamente previsto. Dal sagrato di San Pietro, man mano colmato dalla folla dei fedeli, si è alzato un vigoroso “no”, come in segno di delusione. Ricomincia a piovere e i fedeli corrono via.

In attesa della fumata il sagrato continuava a riempirsi, in un silenzio, appunto religioso, interrotto da alcuni canti di ragazzi spagnoli che così sembrano ingannare l’attesa ed evocare la decisione. . Migliaia i giornalisti. Molti mantenendo un tono di voce basso e ossequioso, si avvicinano ai fedeli, microfoni alla mano. Mentre l’attesa cresceva.Poi è arrivata la fumata nera dal comignolo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gli inganni di Salvini e Renzi

Persa ogni vergogna, i Mattei sono arrivati al punto di venderci la loro cacca per cioccolata, spacciando con inarrivabile faccia tosta le rispettive disavventure giudiziarie per medaglie. Renzi la settimana scorsa ha fatto un discorso “altissimo” in Senato contro le distorsioni della magistratura politicizzata, dimenticandosi

Continua »
TV E MEDIA