Conclusa la demolizione del Ponte Morandi. Un anno fa a Genova la tragedia che costò la vita a 43 persone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La demolizione di Ponte Morandi è finita. Pochi minuti fa sono state abbattute le ultimi parti della pila 2, l’ultima che rimaneva in piedi a ponente”. E’ quanto ha annunciato Vittorio Omini, direttore tecnico dell’associazione temporanea di imprese incaricata della demolizione di quel che resta del viadotto sul Polcevera. “Entro fine settembre – ha aggiunto Omini – penso potremo liberare definitivamente i cantieri. Ora iniziamo subito a sgomberare le aree che servono ai costruttori. A levante, una parte dei detriti delle pile 10 e 11 derivanti dall’esplosione del 28 giugno, sono ancora sotto esame da parte dei periti della magistratura. Quando riceveremo il via libera in una ventina di giorni dovremmo riuscire a liberare anche queste zone”. Oltre a quelli delle case sfollate, nel cantiere di levante sono già stati rimossi circa 15.000 metri cubi di detriti dei 35.000 complessivi. Mercoledì 14 agosto, nel corso di una cerimonia a cui sarà presente anche il premier Giuseppe Conte, saranno ricordate le 43 vitti del crollo di un anno fa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA