Conflitto di interessi, ecco il testo targato M5S. A vigilare sarà l’Antitrust. Tra le proposte anche l’innalzamento dello stop alle toghe in politica da 6 mesi a 2 anni

dalla Redazione
Politica

Sul conflitto di interessi, M5s tira dritto. Con la presentazione del nuovo testo base in commissione Affari Costituzionali a Montecitorio, da parte del presidente Giuseppe Brescia (nella foto), si punta “a una seria e rigorosa prevenzione dei conflitti d’interessi per una politica libera da influenze e interessi personali e privati” su cui vigilerà “l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato”. Tra le tante novità spiccano quella secondo cui “i titolari delle cariche di governo nazionali iscritti ad albi o elenchi professionali, sono sospesi di diritto da quest’ultimi per tutta la durata della carica” e lo stop alle toghe in politica dove viene innalzato, da 6 mesi a 2 anni, prima dell’accettazione della candidatura, del periodo considerato ai fini dell’ineleggibilità.