Conte al rush finale con l’Ue. Questa sera il faccia a faccia con Macron. “Stiamo affinando le armi. Non è questo il tempo dei rinvii, ma delle decisioni”

dalla Redazione
Politica

“Stiamo affinando le armi, vorrei dire affilando le armi ma mi sembra una metafora impropria. Siamo al rush finale, spero in un incontro proficuo a Bruxelles”. E’ quanto ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, partecipando alla presentazione del documento di analisi e proposta per il rilancio del Paese elaborato dalla task force “Donne per un Nuovo Rinascimento”.

“È un momento importante per la Ue. Siamo in una fase cruciale – ha detto ancora il premier – perché questa pandemia è una sfida epocale che ha costretto la nostra comunità a confrontarsi con dei sacrifici che non erano stati assolutamente preventivati. Però io dico anche che un Paese quando da queste fasi storiche riesce a cogliere delle opportunità dimostra di essere un grande Paese e noi dobbiamo avere l’ambizione di essere un grande Paese”.

“Il documento che ci presentate – ha aggiunto Conte nel corso del suo intervento a Donne un Nuovo Rinascimento – è molto incentrato sulla leadership femminile, ben venga, lasciamo spazio alle donne, avremo più garanzie per salvare il nostro mondo. Gli esiti della vostra riflessiva sono in piena sintonia con il lavoro che stiamo facendo, credo che l’apporto femminile sia a tutto tondo”.

Il premier ha parlato anche Family act definendolo “un investimento sul futuro, troppe donne, soprattutto nel Mezzogiorno, sono inattive”. “Le donne – ha detto ancora il premier – sono quello che hanno sofferto e stanno soffrendo di più a causa di questa emergenza, stiamo anche lavorando con il ministero del Lavoro e del Sud per rafforzare tutti i progetti l’inserimento lavorativo delle donne nel Mezzogiorno”.

Il presidente del Consiglio in serata incontrerà il presidente francese Emmanuel Macron, anche lui a Bruxelles, alla vigilia del Consiglio europeo di venerdì e sabato. I due presidenti si confronteranno, come era già avvenuto tra Conte e i capi di governo di Spagna e Germania, sul Recovery Plan europeo e sul bilancio pluriennale 2021-2027 a cui è dedicato lo stesso vertice.

“Non è questo il tempo dei rinvii, ma delle decisioni. L’Italia deve correre” ha poi scritto sulla sua pagina Facebook il premier commentando l’approvazione definitiva del decreto Rilancio. “Questa sera – ha aggiunto il premier – il decreto semplificazioni sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. In queste settimane abbiamo definito i dossier su Banca popolare di Bari, Alitalia, Autostrade e stiamo per chiudere quello sull’Ilva di Taranto. Adesso è la volta di Bruxelles: sono in partenza e tra qualche ora incontrerò il Presidente Macron per preparare il Consiglio europeo di domattina”.

“È una partita fondamentale per il futuro dell’Europa – ha scritto ancora Conte – e dei nostri cittadini. Dobbiamo approvare al più presto il Recovery Fund e il Quadro Finanziario Pluriennale. Le nuove risorse ci consentiranno di investire nelle infrastrutture, nella digitalizzazione e di perseguire il rilancio economico e sociale di cui il nostro Paese ha bisogno. Confrontiamoci duramente, lavoriamo meticolosamente sui dettagli, ma non perdiamo di vista la prospettiva e la visione “politica” che guida la nostra azione. È il tempo della responsabilità”.