Conte incontra a Roma il premier spagnolo Sanchez. “Dare una risposta rapida al Covid è un obbligo morale verso le vittime”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La tragica esperienza del coronavirus ha unito i nostri Paesi, abbiamo condiviso l’impegno verso i nostri cittadini per una risposta rapida al Covid, questo impegno è un obbligo morale verso le migliaia di persone morte. Entrambi i Paesi stanno subendo molte perdite”. E’ quanto ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi a margine dell’incontro bilaterale col premier spagnolo Pedro Sanchez.

Incontrando i giornalisti Conte è tornato a parlare della pandemia e dei suoi effetti economici e della necessità di una risposta efficace che per il premier deve essere fornita dall’Unione Europea: “Ricette nazionalistiche – annota – non hanno plausibilità di offrire soluzioni” ribadendo l’esigenza di ricevere gli aiuti “senza ritardi, i nostri cittadini non possono aspettare” e indicando una data, il primo gennaio 2021.

“I nostri Paesi – riconosce il presidente del Consiglio – stanno attraversando una fase di particolare difficoltà, una situazione critica: con questo incontro bilaterale vogliamo dimostrare che rispettando regole e precauzione la vita, anche politica, sociale ed economica, può continuare”. E parlando di misure, anche in riferimento ai rapporti agitati emersi nei giorni scorsi con gli enti locali, Conte chiarisce: “Le misure restrittive possono essere decise a livello territoriale da sindaci e presidenti delle Regioni. Ma bisogna mantenere un coordinamento nazionale e una collaborazione costante in particolare con il ministro della Salute”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA