Coronavirus, Adhanom (Oms): “L’Europa è diventata l’epicentro della pandemia. Impossibile prevedere quando si verificherà il picco”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“L’Europa è diventata l’epicentro della pandemia Covid-19, con più casi e decessi segnalati rispetto al resto del mondo messo insieme, a parte la Cina”. E’ quanto ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso del consueto briefing con i media dedicato all’emergenza Coronavirus. “Ogni giorno – ha aggiunto il numero uno dell’Oms – vengono segnalati più casi di quanti ne siano stati segnalati dalla Cina al culmine dell’epidemia”. Ogni Paese che guarda l’esperienza di altri Paesi, ha detto ancora Adhanom, alle prese con epidemie importanti e pensa che “a noi non succederà” sta commettendo un errore mortale “può succedere a chiunque”.

“Il nostro messaggio ai Paesi – ha aggiunto il direttore dell’Oms – continua ad essere che è necessario adottare un approccio globale. Non bastano i test da soli. Non basta tracciare i casi. Non bastano le quarantene e tenere le distanze tra le persone. Fate tutto questo. Adhanom ha aggiunto che allo stato attuale, con i dati attualmente in possesso dell’Oms, “è impossibile prevedere quando si verificherà il picco della pandemia”. “Tutto – ha spiegato il numero uno dell’Oms – dipende da quanto velocemente i Paesi metteranno in campo misure di risposta e dai risultati. E’ essenziale agire rapidamente e in modo aggressivo, l’esperienza di vari Paesi, tra cui Cina e Giappone, dimostra che se si agisce in fretta si può contenere la diffusione”.