Conte proporrà al Parlamento di prorogare lo stato di emergenza fino alla fine di gennaio. Speranza: “Dobbiamo resistere altri 8 mesi con gli strumenti che abbiamo”

dalla Redazione
Politica

“Ieri in Cdm abbiamo fatto un aggiornamento sul punto e abbiamo convenuto che allo stato della situazione, che richiede massima attenzione, andremo in Parlamento a proporre la proroga dello stato di emergenza ragionevolmente fino alla fine di gennaio”. E’ quanto ha annunciato questa mattina il premier, Giuseppe Conte, a margine della sua visita in una scuola di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta, a proposito della possibile proroga dello stato di emergenza per l’epidemia di Covid-19 in scadenza il prossimo 15 ottobre.

“Sulla proroga dello stato di emergenza – ha detto in merito il ministro della Salute, Roberto Speranza – discuteremo in Parlamento molto presto come è giusto che sia e io sarò in Aula all’inizio della settimana. Io sono sempre per la linea della massima prudenza e ho sempre mantenuto questa impostazione ma credo che sia corretto che ne discuta il Parlamento e che se ne discuta nel governo perché in una grande democrazia si fa così”.

“Dobbiamo resistere col coltello tra i denti in questi 7-8 mesi difficili che ci attendono – ha aggiunto il ministro della Salute -, ma mentre resistiamo dobbiamo anche guardare al futuro. Credo che vedremo la luce nei primi mesi del 2021, perché avremo nuovi strumenti per combattere la sfida al Covid, e nel corso del 2021 usciremo dalla fase più drammatica”.