Corsa al Quirinale: il Mattarella bis batte Draghi. In un sondaggio l’incredibile terzo posto di Berlusconi, ma staccato di venti punti

Sergio Mattarella
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre la politica si avvicina alla partita per il Quirinale tra dubbi e perplessità, i cittadini sembrano avere già le idee chiare su chi vorrebbero vedere al Colle. Con quello che appare come un plebiscito, infatti, gli italiani sognano il bis di Sergio Mattarella o, al limite, Mario Draghi.

L’attuale Presidente della Repubblica, secondo il sondaggio di Lab2021 di Roberto Baldassari pubblicato su Affari Italiani, è il nome che svetta su tutti con il 23,6% delle preferenze, seguito dall’attuale Capo del Governo che si ferma al 18,7%.

Al terzo posto, con il 5,2% delle preferenze, c’è Silvio Berlusconi che la spunta su Paolo Gentiloni, fermo al 4,4%, e su Liliana Segre, scelta dal 3,6% del campione. Al quinto posto nella partita per il Colle c’è l’attuale ministro della Giustizia Marta Cartabia che piace al 3,4% degli italiani, mentre al sesto posto si piazza il ministro Giancarlo Giorgetti al 3,0%.

Nella rilevazione, oltre al nome preferito per la corsa al Quirinale, è stato chiesto anche il gradimento o meno su Quota 100 e sul Reddito di cittadinanza. Per entrambe le misure gli italiani che hanno partecipato al sondaggio hanno manifestato il proprio favore. In relazione a Quota 100 gli italiani che ne chiedono la conferma sono il 51,3% del totale, mentre per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza ad essere favorevoli sono ben il 54,3%.

Leggi anche: Da Fi a Italia Viva, le strategie per mettere le mani sul Quirinale. La sorte del ddl Zan dà una sveglia al fronte giallorosso. Mentre il Centrodestra unito ha molte chance.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA